Skip to content

Progetto scherma e disturbo dello spettro autistico

Accademia Scherma Lia: Il modello d'inclusione sociale

E’ tutto pronto per l’inaugurazione del nostro nuovo progetto rivolto a bambini e ragazzi con Disturbo dello Spettro Autistico. Si tratta di una palestra di scherma, gestita secondo il “modello AITA”, in cui ragazzi a sviluppo tipico e con autismo, si alleneranno ed impareranno l’antica arte della scherma. Il progetto si svolgerà a Roma, sarà coordinato e gestito, in un rapporto di 1:1, da uno psicologo esperto e supervisionato dal Dott. Mazzone, maestro di scherma e neuropsichiatra infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Gli allenamenti si svolgeranno a partire dal 27 Novembre (lunedì e venerdì ore 16:30-18:30) presso gli spazi messi a disposizione gratuitamente dalla Parrocchia Nostra Signora di Coromoto, Largo Nostra Signora di Coromoto, 2, 00151 Roma (Monteverde).

Vi aspettiamo per l’inaugurazione il 23 Novembre presso i locali della Chiesa.

PER SAPERNE DI PIU’ CLICCA SULLA RASSEGNA STAMPA:

IL REDATTORE SOCIALE

VITA

PER NOI AUTUSTICI

Articoli Rio 2016

Olimpiadi Rio 2016: si torna a casa

Olimpiadi Rio 2016: si torna a casa Il ritorno da Rio degli spadaccini autistici Sono tornati a casa gli otto ragazzi del “Progetto Rio 2016”. Gli ultimi giorni in Brasile

Olimpiadi Rio 2016 : Accademia scherma Lia diario di bordo

Accademia Scherma Lia : Partenza per le olimpiadi di Rio Diario di bordo dei ragazzi autistici di Accademia Scherma Lia a Rio AIl progetto “Rio 2016” nato dalla collaborazione di

Accademia Scherma Lia : Partenza per le olimpiadi di Rio

Olimpiadi Rio 2016 : Diario di bordo I ragazzi dell’Accademia Scherma Lia sono in Partenza per Rio Precedente Successivo A breve i ragazzi dell’Accademia Scherma Lia, insieme agli operatori dell’Ospedale

Seguici su instagram

Progetti

Gioco Scherma

La Scuola Arcobaleno aderisce al progetto sperimentale propostoci dall’Associazione Scherma-Lia, che aveva già svolto presso di noi una lezione aperta a tutti gli alunni per un approccio propedeutico alla conoscenza di questo sport.

Progetto Rio 2016

Progetto Rio 2016 «Questa esperienza è pioneristica nel suo genere e in termini di inclusione sociale della disabilità ha dei risvolti importanti. Potrebbe contribuire ad un radicale cambiamento nell’integrazione di

Camp Play Fening

Camp Play Fencing «La scherma è divertente, e da anni sono convinto che i ragazzi debbano comunque essere impegnati in attività sociali che a loro piacciano» ISCRIVITI SITO UFFICIALE CAMP

L’autismo sale in pedana

L’autismo sale in pedana «Credo che la scherma abbia tanto da dare ai ragazzi autistici: incrementa la comprensione dei gesti dell’avversario, che sta a mezzo metro di distanza; sviluppa il