Skip to content

Olimpiadi Rio 2016 : Diario di bordo

I ragazzi dell’Accademia Scherma Lia sono in Partenza per Rio

A breve i ragazzi dell’Accademia Scherma Lia, insieme agli operatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che li affiancheranno per tutta la durata del viaggio, arriveranno a Rio de Janeiro per presenziare alle Olimpiadi.
Il gruppo, composto da 8 ragazzi e 6 operatori specializzati, arriverà a Rio de Janeiro l’8 Agosto e da subito prenderà parte alle gare con la partita Spagna vs Quatar di Beach Volley nella splendida cornice di Copacabana.
Seguirà un programma intensivo di gare che comprende l’atletica leggera con le finali dei 100 Mt femminili, altre partite di beach volley tra cui Norvegia vs Russia e naturalmente scherma.
Infatti i ragazzi dell’Accademia tiferanno azzurro con la Nazionale di Spada Maschile, che da sempre sostiene i ragazzi, e che ha fortemente voluto la loro presenza alle Olimpiadi.
E’ un’occasione unica per i ragazzi con autismo dell’Accademia Scherma Lia di partecipare ad un evento di questa portata. E’ un’occasione unica per ribaltare il concetto di disabilità e per valorizzare l’inclusione sociale di tutti i ragazzi affetti da autismo.E’ la prima volta in Italia, e a nostra conoscenza nel Mondo, che un’Associazione Onlus, come Progetto Aita, riesce a portare alle Olimpiadi un gruppo di ragazzi con disabilità, senza la presenza e l’impegno economico della famiglia.

Articoli Rio 2016

Olimpiadi Rio 2016: si torna a casa

Olimpiadi Rio 2016: si torna a casa Il ritorno da Rio degli spadaccini autistici Sono tornati a casa gli otto ragazzi del “Progetto Rio 2016”. Gli ultimi giorni in Brasile

Olimpiadi Rio 2016 : Accademia scherma Lia diario di bordo

Accademia Scherma Lia : Partenza per le olimpiadi di Rio Diario di bordo dei ragazzi autistici di Accademia Scherma Lia a Rio AIl progetto “Rio 2016” nato dalla collaborazione di

Rio 2016: Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Accademia Scherma Lia al servizio dei bambini autistici

Rio 2016: Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Accademia Scherma Lia al servizio dei bambini autistici Otto ragazzi autistici che si recheranno a Rio de Janeiro per assistere alle olimpiadi Precedente

Seguici su instagram

Progetti

Gioco Scherma

La Scuola Arcobaleno aderisce al progetto sperimentale propostoci dall’Associazione Scherma-Lia, che aveva già svolto presso di noi una lezione aperta a tutti gli alunni per un approccio propedeutico alla conoscenza di questo sport.

Progetto Rio 2016

Progetto Rio 2016 «Questa esperienza è pioneristica nel suo genere e in termini di inclusione sociale della disabilità ha dei risvolti importanti. Potrebbe contribuire ad un radicale cambiamento nell’integrazione di

Camp Play Fening

Camp Play Fencing «La scherma è divertente, e da anni sono convinto che i ragazzi debbano comunque essere impegnati in attività sociali che a loro piacciano» ISCRIVITI SITO UFFICIALE CAMP

L’autismo sale in pedana

L’autismo sale in pedana «Credo che la scherma abbia tanto da dare ai ragazzi autistici: incrementa la comprensione dei gesti dell’avversario, che sta a mezzo metro di distanza; sviluppa il